Periodo 2b

Da GQBWiki.

Al periodo 2b assegniamo quelle attività che ci sembrano denotare una organizzazione più sistematica degli spazi, nel corso del V secolo. Questi interventi sembrano in realtà concentrarsi solo nella parte a Sud della strada, mentre nell'area a Nord di quest'ultima le uniche evidenze fin qui emerse (lo scavo in quest'area non è ancora completato) sembrano deporre per un quadro di abbandono almeno parziale, con l'accumulo di rifiuti all'esterno del vano edificato nella fase precedente (attività 094) (QUESTO È UN PUNTO PROBLEMATICO SU CUI RIFLETTERE ANCORA).

ORGANIZZARE LA DESCRIZIONE PARTENDO DA UN PROBABILE TERREMOTO CHE AVREBBE DISTRUTTO IL VANO QUADRANGOLARE (MURI A Y) E LE STRUTTURE A SUD DELLA STRADA; COME ULTIMA COSA SAREBBE NATA QUINDI LA STRADA.


Nell'area prospiciente i ruderi del Pythion continuano ad accumularsi scarichi di rifiuti (particolarmente evidente quello che riempie in larga misura il rudere dell'edificio C), mentre la costruzione di due muri in relazione con topografica e funzionale con la parte settentrionale dell'edificio stesso, sembra deporre per una prima ristrutturazione anche di quest'area.

A una riorganizzazione in senso abitativo di parte almeno dell'antico santuario sembra alludere peraltro anche Federico Halbherr che descrive un livello di muri tardi che poggiavano direttamente sulla pavimentazione antica e che vennero rimossi praticamente senza alcuna documentazione al momento dello scavo.

Le modificazioni del tessuto urbano più sensibili si registrano in corrispondenza della strada e degli edifici a Sud di questa.

La strada vede in questa fase un rialzamento del suo piano di calpestio, che coincide probabilmente anche con una regolarizzazione del suo tracciato, trasformandola così da un percorso di attraversamento "periferico" nell'asse di organizzazione del quartiere che sta sorgendo intorno ad essa. Una conferma in questo senso sembra potersi cogliere nel fatto che la strada stessa manterrà questa quota anche nella fase successiva, caratterizzata da un marcato rinnovamento degli edifici posti a Sud di essa.

A Sud della strada, forse a seguito di un nuovo evento sismico di cui sono state rinvenute tracce non insignificanti e che può aver determinato il crollo dei vani riallestiti nella fase precedente, viene costruito un insieme di vani. Si tratta di strutture che si leggono molto male perché inglobate qualche decennio più tardi in un edificio unitario, ma che sono comunque riconoscibili perché presentano un orientamento del tutto correlato a quello della nuova strada.


Temi da sviluppare

  • Il crearsi di un "buco" a scala urbana? Potremmo essere alla periferia di un'area più o meno abbandonata della città: monumenti crollati e trasformati in discariche (statue crollate e spazi abbandonati).


Al periodo 2b, con una cronologia indicativa nell'ambito del V secolo, si assegnano invece le seguenti attività:

Indice

Allestimento del secondo livello stradale (Attività 34)

Crollo dei vani costruiti nel periodo 2a (Attività 70)

Costruzione di nuovi vani a Sud della strada (Attività 67( 071)

Scarichi di materiali nell'area del monumento (Attività 85)

Abbandono delle strutture sorte a NE del Pythion nel periodo 2a (Attività 96)

Elementi di datazione

  • Scarichi nel rudere dell'edificio C (fine IV - in. V, per la produzione, per cronologie così ristrette c'è da tener conto di tempi uso, riuso, scarto; notare che i materiali più sicuramente diagnostici dal punto di vista cronologico (TSA) sono pochissimi e molto frammentari rispetto al resto dei reperti.
  • Scarichi a ridosso del muro att. 94 (da ridiscutere con Stefano???)


Slides

  • I muri tardi nel Pythion (e la loro relazione con i crolli in posto - statue, colonne ecc..)

Città

Il problema è noi non conosciamo la città del V secolo: l'immagine delle aree monumentali (strade ecc.) è ovviamente di continuità, ma non è detto che questo valga per l'intera supeficie urbana in maniera indifferenziata.

Una fase di transizione tra due mondi: fine delle élites municipali collegate con Roma, ma, almeno apparentemente, ancora non la nascita di nuove élites collegate con CP

Osservatorio acqua: nel V secolo potrebbe collocarsi una ristrutturazione di alcuni segmenti dell'acquedotto.

Si data infatti al V l'iscrizione di Erenniano (IC I XXXI,9) che attesta il rifacimento di un tratto di acquedotto extraurbano; si può mettere in relazione con questo intervento, probabilmente da collegare con una ricostruzione post terremoto 365, anche una fase del ponte sifone che si pone in posizione intermedia tra la sua costruzione e l'ultima facies protobizantina. Ancora nel V secolo Di Vita data una ristrutturazione del ramo B dell'acquedotto urbano che porta l'acqua nella parte della città occupata dal tempio delle Divinità Egizie e del teatro del Pythion che però in questa epoca sembrano essere ampiamente in crisi.

Mondo

Il problema è IO non conosco il mondo mediterraneo del V secolo


Periodi: Periodo 0 | Periodo 1a | Periodo 1b | Periodo 2a | Periodo 2b | Periodo 3 | Periodo 4 | Periodo 5a | Periodo 5b

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Wiki
Scavo
Seminario
Bibliografia
Strumenti