Procedure fotografie

Da GQBWiki.
(Reindirizzamento da Foto)

Indice

Procedure per la gestione delle fotografie

Le foto vanno scaricate due volte al giorno (mattina e pomeriggio) e dopo essersi assicurati che sul computer ci sono tutte le foto, la macchina fotografica va formattata.

Queste foto vanno epurate da doppioni e schifezze. Poi vengono divise per Ambiente e US (una cartella per ogni ambiente e dentro questa una cartella per ogni US) e rinominate con il numero di US o di Ambiente e costituiscono gli originali in alta risoluzione dell'archivio centrale KGQB. Le foto delle singole US stanno dentro le cartelle delle US, le foto degli ambienti stanno dentro le cartelle degli ambienti (senza cartelle "Generali" o simili), e le foto generali dello scavo stanno in una cartella "Scavo" allo stesso livello di quelle degli ambienti. Ci sono quindi 2 livelli di gerarchia delle immagini.

L'archivio centrale deve essere salvato in triplice copia (HD 500 GB, HD 160 GB, DVD settimanale, più copie varie sui computer personali).

Una copia delle originali viene ridimensionata a dimensione 800 x 600, qualità JPEG 8 e contemporaneamente rinominata con suffisso "r" ad indicare che sono ridimensionate rispetto alle originali. Abbiamo deciso di chiamare la cartella che contiene le foto ridimensionate con il nome di "Ridimensionate". Questa cartella si trova sull'hard disk grigio da 160 GB. Da qui ognuno attinge le foto che gli competono, se serve le ritocca, aggiunge gli opportuni commenti usando le proprietà dell'immagine in Windows XP. Infine le foto commentate vengono trasferite in una cartella finale, che abbiamo deciso di chiamare "Finale". Di queste vanno scelte quelle da caricare sul wiki, che vengono inserite in una cartella che abbiamo deciso di chiamare "Per wiki".

La cartella "Ridimensionate" deve essere svuotata una volta che il trasferimento nella cartella "Finale" è stato effettuato in modo che non rimangano foto orfane. Del trasferimento sul wiki e della pulizia della relativa cartella si occupa Stefano.

Quanti tipi di fotografie abbiamo

  • foto di scavo
    • particolari (singole US)
    • di ambiente / attività da terra
    • di ambiente con palo
    • generali di scavo con palo
  • foto di reperti
    • singoli reperti (monete, pezzi unici)
    • contestuali (es. tutti i cocci da un butto)
  • foto scattate durante le escursioni


I livelli di gestione delle fotografie

A cura del responsabile dell'archivio fotografico:

  1. salvare ogni giorno tutte le foto scattate sui due hard disk (storage e di lavoro), con una cartella per ogni giorno
  2. dividere le foto in base allo schema sopra in una struttura di directory (es. anno/ambiente/ o anno/reperti/monete/)
È comunque fondamentale evitare di mantenere le foto suddivise per tipo di scatto (dal palo, normale,..) perché in questo modo è molto più difficile trovare le foto, visto che ci sono almeno 3 cartelle dove si trovano foto relative a una singola US o ambiente. Probabilmente usare una directory per ogni US è la cosa più saggia, perché permette anche di lasciare le foto generali nella directory dell'ambiente
  1. rinominare le foto in modo che il nome rifletta il soggetto della fotografia
    • US_0123-1.jpg US_0123-2.jpg per una US
    • INV7894-1.jpg per una moneta
  2. eliminare le foto superflue, doppie, venute male
  3. wiki (forse più adatto al wikignomo)
    1. creare versioni ridotte delle immagini per il caricamento sul wiki:
      • 1024 × 768 (per lavoro e presentazioni)
      • 400 × 300 (per wiki)
    2. caricare le immagini sul wiki (meglio se con procedure automatiche)
    3. creare collegamenti e inserire le immagini nelle pagine opportune

Rimane da chiarire come organizzare le directory per tutti i formati di immagine. È possibile infatti inserire la separazione tra i diversi formati a vari livelli:

  • radice della directory principale (anno)
  • ambiente
  • US
  • tutto in una unica directory con prefissi diversi

A questo punto le foto dovrebbero essere accessibili per tutti tramite la rete, in modo che i singoli possano:

  1. ritoccare (una copia del)l'immagine, inserendo il numero delle US visibili
  2. inserire le foto più significative nel wiki come supporto illustrativo alle pagine del diario di ambiente

Durante tutti i passaggi è raccomandabile eseguire copie di backup sugli altri hard disk e se necessario anche sui computer personali.

Periodicamente vanno effettuate copie di backup anche su CD o DVD. Nel 2007 il numero totale di immagini a fine campagna era circa 800, per un totale di circa 4 GB.

Il ritmo del lavoro

Il lavoro di gestione delle fotografie deve essere portato avanti il più possibile a ritmo quotidiano, evitando l'accumularsi di molto lavoro negli ultimi giorni.

Controllare ogni giorno le foto scattate è anche un modo per assicurarsi della loro buona riuscita. Nel giro di 12 ore si è sempre in tempo per scattare nuovamente la stessa foto, dopo una settimana no.


Strumenti di lavoro

Per molte operazioni eseguite sulle immagini fotografiche, non solo si possono usare programmi software per fare cose che non potremmo fare a mano, come ritoccare i colori, ma possiamo anche trovarci a ripetere molte volte la stessa operazione meccanica perdendo tempo e neuroni. Lasciamo che sia il computer a perdere tempo e neuroni. Se siete incerti su come fare, chiedere a Stefano di perdere un po' di tempo e neuroni per convincere il computer a perdere i restanti è il modo migliore.

Trasferire le fotografie

È disponibile uno script automatico che può essere usato per trasferire le foto dalla macchina fotografica al computer creando direttamente ogni giorno una cartella chiamata AAAA-MM-GG e copiandoci dentro tutte le foto presenti nella scheda della macchina fotografica.

Per sicurezza (o paranoia, che è la stessa cosa con nome scientifico) è sempre meglio evitare di compiere operazioni di taglia/incolla o sposta, cioè quelle che non lasciano sulla scheda le foto originali. Se qualcosa dovesse andare storto, è sempre meglio poter rifare tutto da capo. Usate sempre copia/incolla.


Rinominare le fotografie

La cosa migliore è raggruppare le foto che raffigurano lo stesso soggetto e usare strumenti per la rinominazione in serie, piuttosto che agire su ogni singola foto.


Ritoccare le fotografie

Software di fotoritocco come GIMP o Photoshop vanno sempre usati su una copia del file originale. Tra le operazioni più comuni sulle fotografie troviamo:

  • ritaglio del riquadro dell'immagine per escludere parti indesiderate
  • eliminazione di dettagli non desiderati
  • migliorare i colori e le luci dell'immagine (non usate mai lo strumento Luminosità/Contrasto
  • assemblare più foto (ma è meglio usare un programma dedicato come Hugin)


Ridimensionare le fotografie

Valgono le stesse considerazioni viste sopra per rinominare le fotografie.

È sempre meglio eseguire l'operazione in serie usando strumenti come le batch di Photoshop o ImageMagick.


Inserire commenti nelle fotografie

Oltre all'utilizzo dei tag EXIF, che ha qualche problema nel senso che Mediawiki li legge ma non è poi in grado di aggiornare il commento dell'immagine, si possono usare i file SVG con immagini incorporate.

COn Inkscape la procedura è abbastanza semplice. Si apre una immagine JPEG direttamente dentro Inkscape. A questo punto ci si può disegnare sopra inserendo commenti, frecce, evidenziando aree dell'immagine etc. Se si salva l'immagine come SVG, questi elementi di disegno rimangono separati dalla foto sottostante. Incorporare l'immagine JPEG dentro il file SVG permette di avere un unico file (mentre normalmente il file SVG contiene un link al JPEG) che Mediawiki è perfettamente in grado di gestire, leggere e visualizzare.

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Wiki
Scavo
Seminario
Bibliografia
Strumenti