GQB 2014

Da GQBWiki.

Gortina, 30 giugno - 9/13 luglio 2014.

Indice

Chi c'è

  • Enrico Zanini
  • Stefania Picciola
  • Elisabetta Giorgi
  • Elisa Triolo
  • Stefano Costa
  • Samanta Mariotti
  • Andrea Bellotti

Cosa si fa

  • la tesi di Stefano (cocci, stratigrafie, contesti..)
  • le piante di fase e ricostruttive per una edizione a stampa e/o online.
  • attività varie per la tesi di Elisa e per la programmazione di un possibile futuro della ricerca EBGProject.
  • prime proposte per contribuire all'allestimento del Museo di Gortina.

Chi fa che cosa

  • Abbiamo un obiettivo di brevissimo periodo (lavoro di Stefano, giacché il libro di Betta è ormai in dirittura d'arrivo anche grazie al lavoro collettivo dello scorso anno), un obiettivo di medio periodo (lavoro di Elisa) e due obiettivi di periodo che non so definie (pensare a una edizione "finale" o "intermedia" di GQB; progettare una eventuale prosecuzione).
  • Steko ha bisogno di se stesso e di un facchino pensante, che lo aiuti a muovere i cocci mentre lui ci lavora. Ha poi bisogno di un po' del tempo di Betta ed EZ per continuare a far parlare tra loro cocci e stratigrafie e viceversa. Steko cum socio suo chiuso a tempo pieno in magazzino con briefing giornaliero con EZ e Betta.
  • Lo staff delle disegnatrici ricciolute chine a tempo pieno sui loro PC con l'obiettivo di produrre x piante di fase, y piante ricostruttive e z sintesi cartografiche come da elenco "provvisorio" in calce a questa pagina. Le basi grafiche e stratigrafiche per la redazione di siffatte piante sono ormai solidissime, si tratta quindi di concentrare il lavoro sulla resa grafica, in due versioni: colorata per le presentazioni e per una eventuale edizione a colori e b/n per una stampa più tradizionale.
  • Nei tempi morti, le suddette dovrebbero anche correggere le basi delle piante del libro di Betta per quanto riguarda l'acropoli, dove la cinta muraria appare spostata verso Ovest.
  • EZ, Betta e Elisa a fare essenzialmente lavoro di pubbliche relazioni. Al momento siamo impegnati su diversi fronti, perché le cose si sono mosse improvvisamente e imprevedibilmente negli ultimissimi giorni.

In supersintesi. Qualche mese fa, attraverso Elisa, sono entrato in contatto con un istituto di ricerca cretese (FORTH-IMS http://www.forth.gr/index_main.php?c=25&l=e), autonomo rispetto a Università ed Eforia, uno dei cui direttori di ricerca (Apostolos Sarris) è molto interessato a testare sul sito di Gortina le potenzialità di un survey satellitare/aerofotografico con possibili verifiche al suolo attraverso prospezioni magnetiche e GPR. Una volta saputo che avevamo i fondi per andare a Creta quest'anno, ho proposto la cosa alla Sythiakaki, che mi ha risposto positivamente. Ho rigirato la risposta positiva al FORTH-IMS e oggi un loro staff è giù ad Agioi Deka per prendere un contatto diretto con il sito. E' possibile che si riesca a organizzare un primo test di leggibilità delle strutture sepolte attraverso prospezioni diverse già nel periodo in cui noi saremo giù. Vedremo se, come tutti speriamo, da cosa nascerà cosa.

L'agenda di questo gruppetto si definirà quindi in corso d'opera. Ho un impegno con entrambi Sythiakaki e Sarris di sentirci/vederci non appena sbarcati a Heraklion e da lì partirà tutto. Elisa, in ogni caso, avrà anche un suo programma di ricerca personale già stabilito e nel caso ci fossero degli spazi liberi Betta ed EZ hanno di che lavorare all'editing finale del libro sul sistema idrico.

AGGIORNAMENTO dell'8 giugno: Sarris si è reso disponibile per un test di GPR nell'area circostante il nostro scavo per il 6 luglio, la Sythiakaki ha dato il suo OK e quindi la cosa si fa. E' assai probabile che il GPR non sia esattamente la tecnica di prospezione migliore in quel contesto, ma un suo test è fondamentale per due motivi. 1. se per caso funzionasse, sarebbe uno strumento molto più veloce di qualsiasi altro per impostare un lavoro a più vasta scala; 2. le "nuove" tecnologie e le prospezioni (che non richiedono procedure burocratiche pallose) mi sembrano divenute un terreno su cui il dialogo a tre tra noi, FORTH ed Eforia può crescere rapidamente. Vediamo che cosa ne viene fuori.

  • Siamo 7 persone per 9 giorni fanno 63 giornate di lavoro. Se siamo determinati (e lo siamo) e se ci organizziamo bene è un patrimonio. L'anno scorso abbiamo fatto così e i risultati sono stati eccellenti.
  • Buon viaggio e buon lavoro a tutti.

-Visto il contatto con FORTH-IMS potremmo chiedere se ci forniscono dati relativi al loro DTM? Potrebbe essere utile per il nostro GIS del territorio, quello che avevano iniziato a fare l'anno scorso Stefano ed Elisa. Ho dato un'occhiata veloce al loro WebGIS http://digitalcrete.ims.forth.gr/sites_display.php?l=1&id=1743 e http://hyperion.ims.forth.gr/maps/DigiArchaeoTopography.aspx e mi sembra che ci siano informazioni interessanti, ma non mi è chiaro a che scala di dettaglio arrivi.

Questioni logistiche

Auto: prendiamo 2 auto piccole.

Prima lista di piante da produrre

Piante di fase previste nel wiki

Ipotesi generale di soluzione grafica.

Fare un reticolo semplificato dei muri principali (quelli che definiscono gli ambienti), che peraltro dovremmo già avere, con retino uniforme grigio da usare in tutte le piante come inquadramento.

All'interno di questa “cornice”, le strutture in fase sono caratterizzate naturalisticamente, ma con una sintesi che consenta di stampare il tutto e/o di sovrapporre un retino uniforme colorato per piante a colori o per presentazioni.


Periodo 0

Mappatura dello skurì


Periodo 1a

Pianta di fase, con l'edificio C e i muri att. 28 e 95 (forse anche le condutture)

Pianta a larga scala con il Pythion, il teatro e l'edificio C posizionati nella pianta del complesso santuariale del Pythion secondo Lippolis (da usare come base per ridisegnare)

Periodo 1b

Pianta di fase con le pochissime tracce di usi di questa fase (vedere se vale la pena)

Pianta a larga scala, derivata da quella del periodo 1a, in cui collocare come punti i luoghi in cui si sono trovati accumuli di spazzatura anteriori al terremoto del 365. Nel teatro le statue.

Terremoto

Provare a fare una mappa, sempre sulla base a grande scala di Lippolis, delle aree in cui vediamo accumuli di crolli derivanti dal terremoto. Dalla nostra area non dovrebbe venire nulla e questo sarà un buon argomento per spiegare la veloce ripresa urbana che ha cancellato le tracce del terremoto nel nostro settore.

Periodo 2a

Pianta di fase con le prime case e la prima strada.

Periodo 2b

Pianta di fase con seconde case, seconda strada e accumuli di rifiuti nell'edificio C e nel giardino (?) dalle parti del muro a Y. Capire se possiamo tentativamente piazzare qui l'edificio con il muro a Y.

Provare a fare una pianta a media scala che riunisca tutto ciò che sappiamo sul quartiere tra Pythion e Pretorio in questa fase: le nostre casette, anche forse un po' ricostruite/integrate come base del successivo edificio A, i resti visti da Halbher dentro il Pythion, la prima fase delle case di Di Vita, vedere quello che pensa Perna dell'edificio che sta scavando. Periodo 3

Pianta di fase con l'edificio A e la strada relativa.

Pianta a media scala con il quartiere in quest'epoca: quindi le cisterne/fontane, le case di Di Vita nella loro seconda fase, l'edificio di Perna, un bel punto interrogativo nella zona a N della strada.

Sulla base precedente, tentare un paio di piante ricostruttive dell'edificio A, come elemento autonomo o come parte di un complesso più grande.

Periodo 4

Pianta di fase con le case a sud della strada, l'edificio B a nord, la strada, le condutture idriche, le trasformazioni dell'edificio C.

Pianta ricostruttiva interpretata delle case e dei loro cortili con i punti di attività.

Pianta ricostruttiva interpretata dell'edificio B.

Pianta ricostruttiva dell'insula di VII secolo con le sue funzioni.


Periodo 5a

Pianta di fase con le trasformazioni dell'edificio B, le case più piccole e la stalla a sud della strada, le tombe ecc.

Pianta ricostruttiva dell'insula di VIII con le sue funzioni.


Periodo 5b

Pianta di fase dei crolli dei tetti.

Usare la pianta del periodo 5a come base per un GIS manuale della distribuzione delle tracce.

ATTENZIONE PERO'. FORSE UN PERIODO 5B IN QUANTO TALE NON HA MOLTISSIMO SENSO DI ESISTERE, GIACCHÉ I SUOI MATERIALI SONO DI FATTO QUELLI DELLA VITA DEL PERIODO 5a. FORSE DOVREMMO DISTINGUERE NELLA SEQUENZA FASI DI VITA E CESURE ISTANTANEE. MA AVREMO TEMPO PER RIPENSARCI.

Campagne di scavo e studio
2015  2014  2013  2012  2011  2010  2009  2008  2007  2006  2005  2004  2003  2002  2001

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Wiki
Scavo
Seminario
Bibliografia
Strumenti