QR Code

Nel 2011 abbiamo iniziato ad associare alle cassette contenenti i materiali una etichetta con un numero progressivo e un QR Code che rinvia alla pagina wiki in cui è descritto il contenuto della cassetta stessa.

Cosa significa QR Code?

Si tratta di un codice a barre a due dimensioni (mentre i comuni codici a barre usati al supermercato sono a una dimensione), che può contenere varie informazioni salvate sotto forma di immagine. L'uso più comune è per la codifica di indirizzi web (URL) associati a oggetti materiali: cartelloni pubblicitari, vetrine museali, scatole e ‒ perché no ‒ cassette. Tutti gli smartphone sono in grado di decodificare l'immagine (grazie a programmi come ZXing) e aprire l'indirizzo web associato.

In pratica, è un modo per associare a un oggetto un indirizzo web di facile consultazione, che non deve essere copiato (con la possibilità di errori, la lentezza) ma semplicemente fotografato.

Per una panoramica completa vedi la pagina Wikipedia.

↑Vai a inizio sezione

A cosa serve nel magazzino?

Uno dei QR Code associati alle cassette

Non abbiamo mai assegnato dei numeri alle cassette prima del 2011: la documentazione del loro contenuto è sempre stata affidata a etichette riportanti il numero di US. Questo modello funziona solo quando con poche cassette, ed è molto problematico quando una cassetta contiene reperti da un grande numero di US.

Usando le pagine wiki per descrivere il contenuto delle cassette questi problemi vengono risolti, anche se è richiesto un carico aggiuntivo di lavoro per l'immissione dei dati, e la consultazione dell'elenco non è immediata. Un vantaggio non indifferente è rappresentato dalla possibilità di passare direttamente dalla pagina wiki di una US o di un reperto a quella della cassetta, con l'indicazione della posizione e del contenuto.

Per garantire la consultabilità del sistema anche in assenza di smartphone, al QR Code è comunque associato un numero di cassetta preceduto dalla sigla "GQB".

↑Vai a inizio sezione

Cosa cambia sul wiki?

In pratica: tutto rimane come prima.

Le pagine delle cassette sono raggiungibili tramite QR Code e segnalano questa caratteristica tramite l'inserimento del QR Code stesso sotto forma di immagine (esempio: la Cassetta 19). Questo serve come richiamo visivo alla possibilità di raggiungere una pagina tramite QR Code. Queste pagine generalmente non devono essere cancellate, a meno che il QR Code corrispondente non sia distrutto.

Le immagini nelle pagine wiki delle cassette sono generate tramite la Google Chart API.

↑Vai a inizio sezione

Come si usa?

Lo smartphone deve essere dotato di un software per la lettura dei QR-Code, come ZXing (Android), QR Reader for iPhone, BeeTagg (Symbian e altri). Tutti questi programmi permettono di usare la fotocamera del telefono per leggere i codici a barre.

Anche in assenza di una connessione, è comunque sempre possibile leggere l'indirizzo web della pagina associata al QR Code.

↑Vai a inizio sezione

Come si creano i QR Code?

Esistono molte librerie di programmazione per la creazione di codici a barre. Nel nostro caso specifico, è stato scritto uno script per la creazione in blocco di etichette usando la libreria Python qrencode. Lo script è disponibile in questo repository.

Il QR Code Generator di ZXing è utile per fare prove tramite un semplice servizio web.

↑Vai a inizio sezione